domenica 30 settembre 2012

Brave - Ribelle


"Brave" è un film d'animazione firmato Diseny Pixar, diretto da Mark Andrews e Brenda Chapman e uscito nelle sale cinematografiche nel 2012.
Merida è una giovane principessa, primogenita della coppia reale di una remota Scozia, all'epoca dei valorosi vichinghi a cavallo e delle terre sconfinate. Dal padre, Re Fergus, ha ereditato l'indomabile chioma rossa, un'indole spensierata e la passione per il tiro con l'arco. Crescendo la ragazza non perde il suo temperamento irriverente e fatica ad adeguarsi ai suoi doveri da principessa, creando così delle divergenze con la madre, la Regina Elinor, che tanto si premura di instillare un contegno regale. Tra le due donne i dissapori si fanno incontenibili quando Merida raggiungerà l'età giusta per il fidanzamento, condizione che la giovane principessa non sarà disposta ad accettare. Complice un pizzico di magia, la vicenda prenderà una piega inaspettata che porterà inevitabilmente madre e figlia a rivalutare i loro comportamenti e le loro scelte.


Opinione personale. Per la prima volta in un lungometraggio d'animazione Pixar, a fare da protagonista è una ragazza adolescente che porta sul grande schermo problemi di ribellione, crescita e divergenze genitoriali. Anche in "Alla ricerca di Nemo" era già stato proposto un legame familiare caratterizzato da un figura paterna troppo protettiva, ma in "Brave" il rapporto tra Merida ed Elinor è una colonna portante in tutta la vicenda, nonché tema di riflessione. Le incomprensioni, le aspettative che ciascun genitore ha per il proprio figlio, le liti e le delusioni sono questioni in cui ciascuno di noi si può rispecchiare, sia piccoli che grandi. Forse ancor più per un adulto, perché si ritrova ad aver vissuto queste esperienze da entrambi i punti di vista, prima come figlio e poi come genitore.
Oltre a Merida ed Elinor, vi sono altri personaggi che meritano e che sono ben inseriti all'interno della storia. Non hanno dei ruoli importanti come le due donne, ma nell'insieme danno struttura al film e soprattutto creano comicità. In particolare mi hanno divertito molto Re Fergus, i tre fratellini di Merida e la simpatica strega. Altro fattore di spicco è la qualità della grafica che traspare attraverso la cura dei soggetti e dei paesaggi. Sono di un realismo davvero incredibile! L'acqua delle cascate sembra vera e le ambientazioni esterne sono spettacolari, per non parlare poi dell'espressività dei volti.
Una nota di demerito va però alla traduzione italiana del titolo, che probabilmente ha creato un'idea errata del vero significato che si vuole trasmettere. Brave sta per coraggio, non ribellione. I creatori del film intendevano premere sull'indole valorosa del padre e della figlia, e non solo sull'irriverenza di quest'ultima. Sarebbe stato molto più opportuno mantenere il titolo in lingua originale, soluzione già precedentemente utilizzata in molti altri film d'animazione ("Toy Story", "Cars", "Up", tanto per fare degli esempi).
In conclusione non è un prodotto Pixar pari ai loro maggiori capolavori, che a mio parere sono "Up" e "Alla ricerca di Nemo", ma è sicuramente un film d'animazione meritevole di essere visto, con due punti di forza davvero importanti e innovativi quali un forte messaggio di riflessione e una grafica eccezionale.

Informzioni generali. Titolo originale: Brave. Paese: Stati Uniti d'America. Anno: 2012. Durata: 100 min. Genere: commedia, animazione, avventura, azione. Regia: Mark Andrews e Brenda Chapman. Soggetto: Brenda Chapman. Sceneggiatura: Brenda Chapman, Irene Mecchi. Produttore: Katherine Sarafian. Produttore esecutivo: John Lasseter. Casa di produzione: Pixar Animation Studios. Montaggio: Nicolas C. Smith. Musiche: Patrick Doyle.


Consigliato: Assolutamente si! Merita di essere visto per due motivi: l'alta qualità della grafica e la storia emozionante che tratta di una tematica a cui ciascuno si può sentire vicino, sia piccoli che adulti.

Nessun commento:

Posta un commento

Ti potrebbero interessare anche:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...