giovedì 13 settembre 2012

Million Dollar Baby


"Million Dollar Baby" è un film di Clint Eastwood del 2004. Il regista prende posto sia dietro che davanti la telecamera, assumendo il ruolo di protagonista assieme a Hilary Swank e Morgan Freeman.
Frankie Dunn è un ex pugile, proprietario di una palestra a Los Angeles nonché allenatore e manager di boxe. Ad aiutarlo nella gestione dell'attività c'è Eddie Scrap, anche lui ex pugile e amico di vecchia data, che fa da voce narrante per tutta la storia. Un giorno si presenta in palestra un allievo diverso dai precedenti: Maggie Fitzgerald, una donna di quasi 32 anni senza famiglia ne amici, un lavoro precario e una sola passione, la boxe. Inizialmente riluttante, Frank cede alla determinazione di Maggie diventando suo allenatore e tra i due nasce un legame speciale, come tra padre e figlia, che rimarrà forte anche nei momenti difficili.
Tratto da un racconto di F.X. Toole, "Million Dollar Baby" ha ottenuto un grande successo aggiudicandosi numerosi premi quali: quattro Oscar come Miglior film a Clint Eastwood, Albert S. Ruddy e Tom Rosenberg, Migliore regia a Clint Eastwood, Miglior attrice protagonista a Hilary Swank, Miglior attore non protagonista a Morgan Freeman e altri due Golden Globe come Migliore regia e Miglior attrice in un film drammatico, rispettivamente a Clint Eastwood e Hilary Swank.


Opinione personale. "Million Dollar Baby" non è solo un film di boxe ma racconta le varie storie di questi personaggi indagando sul loro vissuto e sui loro difficili rapporti familiari. Sembra volerci dire che alla fine ciò che siamo dipende anche da questo. Ne è un esempio il tormentato Frankie, che non parla più da anni con la sua unica figlia, assilla il reverendo della propria chiesa con molteplici dubbi sulla fede e porta con se un fardello di rimorsi per il passato. Anche Maggie, nonostante il sorriso e la determinazione che dimostra, porta sulle spalle una buona dose di fatiche, rimpianti per non aver combinato nulla nella vita fino ad allora, e incomprensioni con la madre e i fratelli. Bellissimo il rapporto che si viene a creare tra i due: Frankie ritrova in Maggie la figlia perduta, creando una sorta di amore paterno.
La seconda parte del film è più drammatica e solleva un argomento molto delicato e doloroso, trattato con una tale sensibilità da coinvolgere lo spettatore all'interno della situazione. Guardando il film mi sono ritrovata a chiedermi cosa avrei fatto al loro posto. Ma non aggiungo altro, ho già detto troppo.
Non avrei mai immaginato Hilary Swank assumere la parte di un'atleta di boxe, e invece mi ha piacevolmente sorpresa dimostrando di entrare perfettamente anche in questo personaggio, riuscendo ad emergere pur avendo affianco due grandi attori di tutto rispetto. Clint Eastwood e Morgan Freeman le fanno da contorno, ciascuno con un preciso ruolo nella trama, creando un trio davvero convincente e ben organizzato.

Informazioni generali. Titolo originale: Million Dollar Baby. Paese: Stati Uniti. Anno: 2004. Durata: 127 min. Genere: drammatico, sportivo. Regia: Clint Eastwood. Soggetto: tratto da un racconto della raccolta "Rope Burns" di F.X. Toole. Sceneggiatura:  Paul Haggis . Produttori: Clint Eastwood, Albert S. Ruddy, Tom Rosenberg, Paul Haggis. Musiche: Clint Eastwood.

Attori principali. Clint Eastwood: Frankie Dunn. Hilary Swank: Maggie Fitzgerald. Morgan Freeman: Eddie Scrap. Jay Baruchel: Danger Barch. Mike Colter: Big Willie Little. Lucia Rijker: Billie "The Blue Bear" Brian F. O'Byrne: Padre Horvak. Anthony Mackie: Shawrelle Berry. Margo Martindale: Earline Fitzgerald. Riki Lindhome: Mardell Fitzgerald. Marcus Chait: J.D. Fitzgerald.

Consigliato: Si lo consiglio assolutamente, è un ottimo film che parla di sportività ma anche di rapporti familiari e di vita, e quindi si presta a tutto il pubblico.

Nessun commento:

Posta un commento

Ti potrebbero interessare anche:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...